Tom Clancy's Rainbow Six® Siege | Operatore TACHANKA | Ubisoft

Indietro
Tachanka icon

Tachanka

Tachanka faction

SPETSNAZ

Squadra
Difensore
Ruolo
anchor, covering-fire, shield
Corazza
Velocità
Difficoltà

ABILITÀ UNICHE E STILE DI GIOCO

  • Il treppiedi consente all'arma di sparare anche quando si è in piedi
  • Con caricatori circolari piatti originali

Dotazione

Arma primaria

9x19VSN

MITRAGLIETTA

SASG-12

SHOTGUN

Arma secondaria

PMM

PISTOLA

GSh-18

PISTOLA

Gadget

Filo spinato

Scudo mobile

Abilità unica

MITRAGLIATRICE FISSA

Biografia
Nome vero
Alexsandr Senaviev
Data di nascita
3 novembre (48 anni)
Luogo di nascita
San Pietroburgo, Russia

BACKGROUND

"Mi avevano detto che ero morto. Si sbagliavano. Ero rinato."

Molti componenti maschi della famiglia di Senaviev hanno prestato servizio nell'Armata Rossa. All'età di diciott'anni, anche Senaviev è stato chiamato alle armi, proprio mentre l'Unione Sovietica stava chiudendo le proprie operazioni in Afghanistan. Terminato il servizio obbligatorio, Senaviev ha scelto di proseguire la carriera militare. Ha partecipato al campionato di lotta libera, dove si è ripetutamente imposto grazie a una corporatura imponente e una formidabile gestione strategica degli incontri. Oltre che sull'artiglieria pesante, l'addestramento di Senaviev si è focalizzato sulle tattiche difensive e d'irruzione. Nel frattempo ha appreso anche le basi della costruzione di strumenti di precisione nella divisione armamenti. Senaviev ha poi fatto domanda per essere trasferito nella marina russa, ma per motivi rimasti top secret ha continuato a prestare servizio nell'esercito.

RAPPORTO PSICOLOGICO

Calmo in momenti di crisi: il file originale dello specialista Alexsandr "Tachanka" Senaviev non dice molto di più. Per questo, prima di effettuare una valutazione, oltre a incontrarlo di persona ho cercato di scavare nei rapporti sul campo e osservarlo in addestramento.

Senaviev possiede un senso dell'umorismo che potrei definire "chiassoso", così come la sua sonora risata. Può rivelarsi rude, ma senza aver mai l'intenzione di offendere. Personalmente, apprezzo sempre le persone chiare. ... Come operatore tiene molto in considerazione il bene della squadra e nel corso delle operazioni è concentrato e calmo. Detto ciò, ho notato in lui una certa frustrazione. Una parte degli specialisti lo supporta con passione, ma Senaviev sente di aver del potenziale che non sa come realizzare al meglio. È chiaro che aspira a essere una forza devastante, quindi gli ho suggerito di cambiare approccio. In particolare, di vedere se nelle strategie della sua squadra non ci siano dei buchi da riempire: lì potrebbe trovare modo di realizzarsi. ...

La sorella minore di Senaviev è un medico. Non avevamo quasi neanche iniziato il nostro colloquio che mi ha subito mostrato delle foto di lei col camice e altre decine di foto di svariati nipoti e dei suoi stessi figli. ... Lui e la sorella sono cresciuti in un ambiente familiare rigido, privati di molte cose, ed è per questo che lui cerca di godersi la vita ed entrambi si sforzano di far crescere i rispettivi figli nella gioia e di farli sentire amati. Al tempo stesso, non ama fare acquisti o accumulare cose su cose. Un principio che cerca di trasmettere ai figli, lasciandoli costernati. Suppongo che questo abbia giocato un certo ruolo nel suo divorzio. ...

Sebbene Senaviev ami il suo paese e sia grato della vita che il suo patriottismo gli ha concesso, con me è stato molto chiaro sul fatto che non vuole che suo figlio e suo nipote perseguano una carriera militare. "Possono limitarsi alla leva obbligatoria," mi ha detto, "e poi rendersi utili in altro modo." In pratica, Senaviev auspica per i parenti e gli amici la stessa cosa che desidera per sé stesso: trovare un modo di rendersi utili. Sta a Rainbow, come squadra, guidarlo in questo senso.

-- Dr. Harishva "Harry" Pandey, Direttore di Rainbow