Tom Clancy's Rainbow Six® Siege | Operatore DOC | Ubisoft

Indietro
Doc icon

Doc

Doc faction

GIGN

Squadra
Difensore
Ruolo
anchor, buff
Corazza
Velocità
Difficoltà

Abilità uniche e stile di gioco

  • Siringa manuale con grilletto
  • Una dose da 1 mg di epinefrina in soluzione salina
  • La pistola è alimentata da una bomboletta di CO2 pressurizza

Dotazione

Arma primaria

MP5

MITRAGLIETTA

P90

MITRAGLIETTA

SG-CQB

SHOTGUN

Arma secondaria

P9

PISTOLA

LFP586

PISTOLA

Gadget

Telecamera antiproiettile

Filo spinato

Abilità unica

SIRINGA AUTOMATICA

Biografia
Nome vero
Gustave Kateb
Data di nascita
16 settembre 1977
Luogo di nascita
Parigi

BACKGROUND

"Il mio compito è mantenerti in vita. Rendimelo pure il più difficile possibile."

Di origini per metà algerine e per metà francesi, Kateb è cresciuto in una famiglia altolocata del 16° arrondissement di Parigi che vanta una certa rispettabilità tanto in campo medico quanto in quello militare. Durante il secondo anno di studi in medicina alla prestigiosa Université Paris Descartes, Kateb ha risposto all'appello per volontari fatto dall'associazione Médecins Sans Frontières (MSF) e da allora si è offerto volontario numerose volte in missioni di soccorso d'emergenza in teatri di guerra. Dopo la laurea ha rifiutato una carriera di successo nella medicina privata per entrare nel corpo sanitario dell'esercito francese. Le principali specializzazioni di Kateb sono Tossicologia ed Ecotossicologia. Ha firmato e co-firmato studi sugli agenti biologici e sui loro effetti su popolazioni e ambienti a rischio e rapporti per il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC). Consapevole della costante necessità di medici al fronte, Kateb continua a prestare la sua opera per MSF. È un ufficiale medico del Commandement des Forces Spéciales Terre molto apprezzato.

RAPPORTO PSICOLOGICO

L'agiatezza in cui è cresciuto lo specialista Gustave "Doc" Kateb avrebbe potuto facilmente trasformarlo in un narcisista e invece è una delle persone più aperte e riflessive che abbia mai incontrato. Sorprendentemente, non ha mai avuto un grande interesse per la medicina. L'impulso a perseguire quella carriera sembra si debba alla tradizione familiare, anche se la carriera militare del nonno sembra aver chiaramente avuto un certo peso nelle sue scelte. Kateb ha ammesso di aver quasi abbandonato gli studi al termine del primo anno per "mancanza di passione". Da quanto ho capito il padre riteneva la passione un sentimento del tutto assurdo. ...

Durante il secondo anno, Kateb ha lavorato come volontario per MSF. Ha un ricordo ancora molto vivido della sua prima missione. Lo squallore, la cronica mancanza di scorte, il bisogno disperato. Ricorda bene come la preoccupazione delle madri si sciogliesse man mano che si avvicinavano alle tende. Fu allora che scoprì in sé la "passione". ... Dovendo avere a che fare con persone così misere, è comprensibile come Kateb riferisca di aver provato tanta vergogna. La cosa interessante è che riferisca anche di aver provato molto disagio per la vita che comunque conduceva. ...

I rapporti sul campo mettono in luce l'altruismo di Kateb, e tuttavia egli ha espressamente scelto un ruolo da combattente. Ho trovato la cosa molto interessante. C'è voluto del tempo prima che decidesse di raccontarmi la sua storia. Durante un'operazione sul fronte nell'Africa orientale, l'ospedale in cui lavorava fu preso d'assalto da una milizia locale. Tutte le vite per le quali aveva tanto faticosamente lottato furono distrutte in un attimo. Da quel terribile evento capì di poter salvare le vite tanto con il bisturi quanto con i proiettili. ...

La propensione di Kateb a favorire la risoluzione dei conflitti è solo una delle decine di qualità che lo rendono una risorsa tanto preziosa per Rainbow. È evidente che la squadra si fida di lui e lo rispetta. In particolare ha sviluppato un forte legame con la specialista Emmanuelle "Twitch" Pichon, anche per la capacità di Pichon di usare la tecnologia per ridurre il rischio di perdite di vite umane. Purtroppo c'è da segnalare anche un conflitto irrisolto con lo specialista Olivier "Lion" Flament a causa di una quarantena decisa da quest'ultimo che ha provocato la morte di diversi collaboratori e amici di Kateb. Per adesso la situazione è stabile e l'ostilità non è reciproca. Probabilmente è il massimo a cui possiamo aspirare, date le circostanze.

-- Dr. Harishva "Harry" Pandey, direttore di Rainbow