Panoramica Alibi | Operatori | Rainbow Six Siege | Ubisoft (IT)

Indietro
Alibi icon

Alibi

Alibi faction

G.I.S.

Squadra
Difensore
Ruolo
intel-denier, intel-gatherer, roam, trap
Corazza
Velocità
Difficoltà

ABILITÀ UNICHE

Il Prisma proietta un ologramma identico ad Alibi in posizione inattiva. Chi spara all'ologramma o lo tocca, viene marcato e segnalato per qualche secondo. Se Prisma è impiegato all'esterno, un falso avviso "Difensore all'esterno" si attiva per gli assalitori. Per aggiungere un fattore sorpresa, il Prisma cela l'identità dei difensori che si avventurano all'esterno. Proiettili, attacchi i mischia ed esplosivi danneggiano il Prisma, superando l'ologramma. Cerca di non avvicinarti troppo.

Dotazione

Arma primaria

Mx4 Storm

MITRAGLIETTA

ACS12

SHOTGUN

Arma secondaria

Keratos .357

PISTOLA

Bailiff 410

PISTOLA

Gadget

Granata a impatto

Scudo mobile

Abilità unica

PRISMA

Biografia
Nome vero
Aria De Luca
Data di nascita
15 dicembre (37 anni)
Luogo di nascita
Tripoli, Libia

BACKGROUND

"Mai rivelare la tua mano."

Aria "Alibi" De Luca nasce a Tripoli, in Libia, per poi migrare con la sua famiglia all'età di tre anni. Suo padre gestiva una piccola produzione di armi e sfruttava i suoi contatti nordafricani per aprire le esportazioni nella regione. De Luca impara a conoscere le armi da fuoco grazie all'attività di famiglia e all'addestramento nel poligono di tiro. A 18 anni, Aria partecipa ai campionati europei della European Shooting Confederation, vincendo l'oro per le discipline dai 10 metri a bersaglio mobile e dai 10 metri con aria compressa. Dopo l'evento viene avvicinata da un reclutatore dei carabinieri, che la convince a unirsi alle forze dell'ordine. Grazie alla sua precisione nello sparo e alla sua professionalità fa carriera rapidamente, arrivando a servire nel Raggruppamento Operativo Speciale nella lotta contro la criminalità organizzata. Si guadagna un posto nel prestigioso Gruppo Intervento Speciale (G.I.S.) e dopo una missione in Afghanistan nella quale rimane separata dalla sua unità viene scelta per lavorare sotto copertura nel crimine organizzato. Si infiltra nella famiglia dei Vinciguerra, spacciandosi per trafficante d'armi e lavorando nell'organizzazione per molti anni. Una soffiata a un giornale riguardante le imminenti operazioni contro i Vinciguerra obbliga i G.I.S. ad accelerare i tempi. Dopo il suo lavoro sotto copertura e lo smantellamento della famiglia dei Vinciguerra, Aria De Luca riceve l'invito a unirsi ai Rainbow come operatrice.

RAPPORTO PSICOLOGICO

La specialista Aria De Luca (anche nota come Alibi) è un personaggio difficile da leggere, anche grazie ai suoi anni di lavoro sotto copertura, ma ho il sospetto che sia un meccanismo di difesa che affonda le radici nella sua infanzia. [] Ha un odio profondo per le famiglie della criminalità (è evidente, è l'unico argomento che ha incrinato la sua immagine sofisticata), che forse potrebbe ostacolare il suo pensiero razionale in caso di scontri con la criminalità organizzata. [] Grazie ai miei contatti con il capo del personale dei carabinieri ho ottenuto accesso alle valutazioni psicologiche di De Luca dopo la candidatura per i G.I.S.. Incrociando i dati con i vecchi registri di polizia e le visite all'ospedale della sua famiglia, ho motivo di credere che suo padre fosse vittima del pizzo e del racket della protezione... A meno che il signor De Luca non abbia avuto la sfortuna di rompersi più volte le dita, di cadere dalle scale, di rompersi un braccio... due volte. La specialista De Luca non si è mai fatta male e mostra la forza fisica e mentale che ci aspettiamo dai nostri operatori. A livello psicologico, però, le sue ferite sono troppo profonde e ho il sospetto che siano stati proprio i trascorsi del padre con la malavita a mettere la nostra "Alibi" sulla strada che ha scelto. []

Anche la scelta del nome in codice Alibi la dice lunga, considerando le circostanze che hanno accelerato la sua operazione sotto copertura nella famiglia criminale dei Vinciguerra. Sulla carta, la specialista De Luca è una decorata eroina dei G.I.S. con una medaglia d'oro al valor civile, ma scavando un po' si scopre che ha dei detrattori che la reputano la fonte della fuga di informazioni che ha minato le indagini dei G.I.S.. [] La specialista De Luca stava rapidamente scalando i ranghi della famiglia Vinciguerra, nel ruolo di trafficante d'armi, quando ha ottenuto accesso a un complesso poco fuori da Genova, cruciale per le operazioni di traffico schiavistico dei Vinciguerra. Essendo un'immigrata naturalizzata, possiamo presuppore che la vista di decine di rifugiati in attesa di essere venduti dai Vinciguerra come schiavi e prostitute abbia fatto breccia nelle sue difese, spingendola ad agire. [] So con certezza che ha cercato di convincere i suoi superiori a organizzare una retata al complesso di Genova, e che i suoi superiori hanno rifiutato perché stavano ancora accumulando informazioni. So anche che il reporter che ha citato un informatore nel suo articolo sul complesso di Genova ha ricevuto le informazioni nei giorni successivi all'incontro di De Luca con i suoi capi.[]

Lo dico con chiarezza: sarebbe un sollievo sapere che la specialista De Luca ha diffuso le informazioni per costringere i G.I.S. a entrare in azione e salvare quelle vite a Genova. Vorrebbe dire che ci sono dei limiti che non è disposta a varcare, un tratto caratteriale importante. Sospetto che il sottosegretario generale Barston abbia usato i suoi canali per fare arrivare il file della specialista De Luca sulla mia scrivania, è che non sia un fan del programma Rainbow come Six. Qualunque sia il suo obiettivo con questa mossa, posso dire con certezza che la specialista De Luca è ignara dei suoi fini politici. Forse avrà un ruolo nei piani del sottosegretario Barston. []

Se vogliamo averla dalla nostra parte, l'inclusione dello specialista (Maestro) Martello nella squadra Rainbow ci sarebbe utile sia per le sue abilità, sia per la sua capacità di penetrare le difese di De Luca. Hanno lavorato insieme in molte fasi dell'Operazione Vinciguerra. Lei ho fornito dati e l'unità di lui è intervenuta. Sospetto che la relazione possa essere più profonda, ma c'è un'instabilità che merita di essere osservata con attenzione. Sono amici stretti? Sono familiari? O altro? Lo scopriremo col tempo. Per fortuna, la specialista De Luca sembra adattarsi bene e che stia superando il nonnismo del S.A.S. e dei SEAL. [] Per concludere, credo che la specialista De Luca sia una valida aggiunta al programma Rainbow e che le sue particolari abilità si riveleranno preziose nelle simulazioni di combattimento asimmetrico.

-- Dr. Harishva Pandey

SCEGLI IL TUO OPERATORE