Panoramica Lion | Operatori | Rainbow Six Siege | Ubisoft (UK)

Indietro
Lion icon

Lion

Lion faction

GIGN

Squadra
Assalitore
Ruolo
anti-roam, back-line, crowd-control, intel-gatherer
Corazza
Velocità
Difficoltà

Abilità uniche e stile di gioco

Durante il suo periodo di servizio al GIGN, Twitch lo ha munito di un drone aereo. L'EE-ONE-D aiuta Lion a far rispettare la quarantena rilevando i movimenti nell'area scansionata e fornendo così una panoramica delle zone di crisi o del campo di battaglia. Il drone è in grado di restare in volo indefinitamente. L'importante è scegliere il momento giusto per effettuare la scansione.

Dotazione

Arma primaria

V308

FUCILE D'ASSALTO

417

FUCILE DI PRECISIONE

SG-CQB

SHOTGUN

Arma secondaria

P9

PISTOLA

LFP586

PISTOLA

Gadget

Granata stordente

Claymore

Abilità unica

DRONE CON SENSORE DI MOVIMENTO

Biografia
Nome vero
Olivier Flament
Data di nascita
29 agosto 1985
Luogo di nascita
Tolosa, Francia

BACKGROUND

Olivier è nato in una famiglia benestante di conservatori. I suoi genitori e sua sorella minore, Sophie, erano medici e cattolici professanti, ma Olivier si ribellava alla fede e alla carriera di famiglia. Era sveglio, ma riteneva che la ribellione fosse un uso più saggio del suo intelletto. Si divertiva ad agire contro ogni aspettativa, ubriacandosi e facendo baldoria, finché un giorno finì per mettere incinta Claire, la sua ragazza.

Olivier tentò di convincerla ad abortire, ma lei si rifiutò. Quando i genitori scoprirono della gravidanza e del tentato aborto, lo sbatterono fuori di casa. Fu l'ultima goccia. Depresso, precipitò nel tunnel della droga e dell'alcol, rovinandosi al punto di finire in ospedale. Quello fu il suo campanello d'allarme. Aveva 18 anni ed era praticamente un senzatetto, quindi per disperazione si unì all'esercito francese. Aveva bisogno di uno scopo nella vita.

La vita militare era dura ma appagante. Olivier era felice di avere uno scopo e lottava per liberarsi delle vecchie abitudini. Iniziò a inviare denaro a Claire come sussidio per suo figlio, anche se lei non voleva saperne di lui. Riuscì a diventare un soccorritore di combattimento di secondo livello, per poi entrare nel secondo reggimento corazzati, nella sua funzione di intervento contro le minacce chimiche, biologiche, radioattive e nucleari. Sviluppò un rapporto profondo col cappellano cattolico del reggimento, che riuscì a contattare Claire e a convincerla che Olivier era pentito delle sue azioni. Organizzò un incontro.

Fu un momento duro, per Olivier. Incontrò suo figlio Alexis, che non avrebbe mai voluto far nascere, e solo allora si rese conto del significato delle sue azioni. Era stato egoista, a voler spingere la sua ragazza a fare qualcosa solo per evitarsi un inconveniente. Inoltre Claire stava per risposarsi e Alexis chiamava "papà" un altro uomo. Tutti gli errori del passato, compreso quello di costringere i suoi cari a patire le pene dell'inferno, lo fecero sprofondare in una depressione che quasi gli costò il suo rango. Il cappellano, però, lo sostenne durante la sua crisi, donandogli un ritrovato conforto nella Chiesa.

Olivier giurò di fare tutto il possibile per raddrizzare i suoi torti. Aveva perso l'occasione di far parte della vita di suo figlio, ma la colpa era soltanto sua. Quindi iniziò a lavorare duramente, mettendosi alla ricerca di sfide più impegnative. Si è unito al GIGN come esperto CBRN, usando i droni per mantenere e difendere i perimetri di quarantena. Si concentrò sul suo dovere e sul fare la cosa giusta, anche a costo di farsi del male. La sua ferocia gli è valsa un soprannome, quando protesse una squadra di ricercatori durante un'epidemia di febbre gialla, in Sudan. La sua voce tonante spaventò un'intera folla, e da quel giorno la gente del posto lo chiama "Lion".

Nel 2015, l'esercito ha chiesto a Olivier di accompagnare il secondo reggimento in Africa occidentale, per assistere il personale medico durante l'epidemia di ebola, ma per una tragedia morirono molti membri dello staff, tra cui anche un collega di Doc. Quel giorno Olivier ha fatto una scelta che ha sollevato una disputa con Doc, che lo ritiene responsabile. La tensione tra i due è ancora palpabile, nella squadra Rainbow.

Dopo averlo studiato, Finka ha consigliato Olivier come specialista CBRN nei Rainbow, e Six è stata d'accordo. Olivier ha subito dimostrato il suo valore, scoprendo con Finka la fonte di una misteriosa foschia che arrivando sulla costa ha avvelenato svariati abitanti del Sussex. Sostiene di dovere quel successo anche a Twitch, che gli ha procurato il drone per trovare la nube tossica.

Olivier è riuscito a rimanere nella vita di suo figlio, ma con un rapporto strano. Alexis non lo chiama papà e Olivier non sa cosa significhi essere un genitore nella vita di tutti i giorni. Ha riallacciato i ponti con i suoi genitori e sua sorella, perché il ritorno alla fede cattolica ha sanato le vecchie ferite. I suoi non sono contenti della sua decisione di essere un soldato, ma se non altro non è più un ribelle dalla testa calda. Non è diventato un soldato per cercare una vita facile che lo mettesse con l'anima in pace. Porta sulle spalle la responsabilità di quello che ha fatto, anche se Bertrand gli ricorda sempre che Dio è misericordioso.

RAPPORTO PSICOLOGICO

Lion è un operatore molto fedele ai protocolli, perché non si fida dei suoi istinti da civile. Le regole gli permettono di controllare i lati più spigolosi della sua personalità e gli danno una rete di sicurezza quando la coscienza o l'arroganza metterebbero a rischio altre vite. Porta il peso della responsabilità di ciò che ha fatto e si spinge oltre i suoi limiti, quasi come se volesse sottoporsi a una pena corporale. Purtroppo Lion si è fatto dei nemici nei GIGN e nei Rainbow. Doc pensa che non abbia l'empatia necessaria a gestire le crisi mediche, mentre Lion pensa che lo spirito umanitario di Doc sia una debolezza. Twitch non ama trovarsi in mezzo a questi contrasti. Il più grande amico di Lion nei GIGN è Montagne, ma Thatcher ha preso a pugni Lion per una cosa che ha detto durante un esercizio di addestramento, rischiando di causare una rissa tra GIGN e SAS.