Azami | Operatori | Tom Clancy's Rainbow Six Siege | Ubisoft (IT)

Indietro
Azami  icon

Azami

Azami  faction

Indipendente

Squadra
Difensore
Ruolo
Inibizione area
SALUTE
Velocità

ABILITÀ UNICHE E STILE DI GIOCO

La barriera Kiba è un kunai modificato che aderisce a una superficie dopo il lancio e rilascia un materiale che si espande e si solidifica, creando una barriera antiproiettile per riempire i buchi della vostra difesa.

Dotazione

Arma primaria

9X19SVN

ACS12

SHOTGUN

Arma secondaria

D-50

PISTOLA

Gadget

Granata a impatto

Filo spinato

Abilità unica

BARRIERA KIBA

Biografia
Nome vero
Kana Fujiwara
Data di nascita
6 Settembre (28 anni)
Luogo di nascita
Kyoto, Giappone

BACKGROUND

"L'onore non è l'unica cosa che vale la pena proteggere... ma a volte è tutto ciò che ti rimane."

Cresciuta nella città di Kyoto, Azami cavalca i confini tra l'ultramoderno e il tradizionale. Ingabbiata dalle rigide regole della sua famiglia, ha trovato sfoghi per esprimersi attraverso la moda e il combattimento fisico. La sua concentrazione e determinazione le hanno permesso di progredire rapidamente nei gradi dell'Aikido. Questa attitudine, insieme al suo meticoloso studio delle lingue, le è servito quando si è trasferita a Tokyo per studiare alla Metropolitan Police Academy.

Durante il suo servizio effettivo come agente motociclistica, Azami ha conseguito il 3° dan nel jujitsu e il 5° dan nell'aikido, guadagnandosi un posto nella divisione della polizia di sicurezza del TMPD. Ha litigato con il suo sensei dopo aver fallito nel raggiungere la serenità necessaria per progredire oltre. Dopo aver subito una sospensione a causa di molteplici accessi d'ira durante il servizio, ha successivamente scelto di entrare nel settore privato come guardia del corpo. Azami ha lavorato esclusivamente per Masayuki Yahata a Fukuoka, prima che la morte di quest'ultimo la spingesse a riallacciare i contatti con Yumiko "Hibana" Imagawa.

RAPPORTO PSICOLOGICO

C'è un mistero nascosto dietro la maschera della specialista Kana "Azami" Fujiwara. Il suo fascino pudico può essere disarmante, facendola apparire come la compagnia perfetta per incontri d'affari e occasioni sociali. Tuttavia, quando il suo datore di lavoro viene minacciato, la "maschera" cade, il che mi porta a credere che dovrei fare molta attenzione nel cercare di scoprire chi si nasconde dietro. […]

Le risposte di Fujiwara alle mie domande sulla sua storia familiare sono state sempre educate, e oserei dire... preparate. Sto ancora cercando di determinare se la sua dedizione agli insegnamenti del Bushido sia stata incoraggiata dal rapporto con suo padre o in opposizione ad esso. […] Il profilo di Fujiwara è caratterizzato da un alto livello di autocontrollo, indipendenza ed estroversione. Le sue prestazioni come guardia del corpo dimostrano che è in grado di mantenere la calma in mezzo a situazioni caotiche ed è una persona nelle cui mani è possibile mettere la propria vita senza esitazioni.

La sua reazione alla morte di Yahata è insolita rispetto alla sua professionalità, e mi preoccupa. Fujiwara si rifiuta di usare il proprio nome fino a quando non scoprirà la verità sulla morte di Masayuki Yahata. Attualmente ha adottato il nome di Azami, affermando: "Fino a quando non avrò riscattato il mio onore, sarò solo vendetta", a monito costante del debito che sente di avere. La perdita di Yahata ha travalicato i confini della sconfitta professionale, trasformandosi in un lutto personale. Pronunciando il suo nome in punto di morte, Yahata sembra aver posto un fardello sulle sue spalle. E vedo che lei fa una gran fatica a portarlo. […]

[…] Il viso di Fujiwara si illumina quando parliamo di moda, ma temo di averla offesa quando le ho suggerito di fare shopping al centro commerciale. "Non faccio shopping, mi ritengo più una curatrice." Il suo guardaroba rivela una cura maniacale, ogni capo scelto per la sua forma così come per la sua funzione. Oserei dire che il suo audace senso dello stile distrae l'occhio mentre nasconde una miriade di armi, la più pericolosa delle quali è la sua ira. Penso che la prossima volta sarà meglio chiederle della sua poesia. […]

[…] L'ho osservata durante l'addestramento. Sebbene i suoi movimenti siano precisi, la sua fluidità è disturbata dall'imprevedibilità della sua rabbia. Hibana garantisce personalmente circa l'abilità e l'affidabilità di Azami ma, mentre lei si è già guadagnata la mia fiducia, i metodi di Fujiwara richiedono una valutazione più attenta […]

  • Dr. Harishva "Harry" Pandey, Direttore di Rainbow

SCEGLI IL TUO OPERATORE

Visita gli altri canali social