Panoramica Jäger | Operatori | Rainbow Six Siege | Ubisoft (UK)

Indietro
Jäger icon

Jäger

Jäger faction

GSG9

Squadra
Difensore
Ruolo
Pattuglia, Presidio
Corazza
Velocità
Difficoltà

Abilità uniche e stile di gioco

Jäger può aiutare la squadra a creare una roccaforte difensiva prima di pattugliare la mappa in cerca di assalitori. Jäger è in grado di distruggere i proiettili in arrivo grazie al suo esclusivo gadget: l'Active Defence System o ADS.

Dotazione

Arma primaria

M870

SHOTGUN

416-C Carbine

FUCILE D'ASSALTO

Arma secondaria

P12

PISTOLA

Gadget

Filo spinato

Telecamera antiproiettile

Abilità unica

DIFESA ATTIVA

Biografia
Nome vero
Marius Streicher
Data di nascita
9 marzo - (anni 39)
Luogo di nascita
Düsseldorf, Germania

BACKGROUND

"Compleanni, proposte di matrimonio... Queste dovrebbero essere le vere sorprese. Non le granate in faccia. Quelle non le vuole nessuno."

Cresciuto dallo zio, un meccanico dell'unità aerea della Bundespolizei (BPOL), Streicher ha respirato aria di motori sin da piccolo. La sua abilità nella meccanica, tuttavia, richiedeva sfide di livello più elevato. Poiché dimostrava una certa predilezione per i macchinari più complessi, lo zio l'ha incoraggiato a studiare ingegneria aeronautica all'università. Tuttavia li rigido ambiente accademico non era fatto per lui. Pur ottenendo voti accettabili, Streicher mostrava una certa irrequietezza. Assecondando la sua passione per il volo, ha dedicato molto tempo allo studio dei velivoli e alla frequentazione di piloti. Diverse società private l'hanno corteggiato, ma Streicher ha infine scelto di unirsi all'unità aerea della BPOL perché offriva sfide superiori e la possibilità di volare e servire il proprio paese. Sin da subito Streicher ha provveduto a progettare per la BPOL sistemi d'armamento difensivi, tra cui un prototipo di sistema di difesa attiva (ADS) terrestre. È stato quel prototipo a catturare l'attenzione del GSG 9 e di Rainbow.

RAPPORTO PSICOLOGICO

Lo specialista Marius "Jäger" Streicher è caratterizzato da una curiosità creativa che traspare sia nelle operazioni cui partecipa sia nella sua vita quotidiana. Per tutta la prima parte della nostra conversazione abbiamo discusso di un documentario che aveva visto la sera prima su degli scienziati impegnati nella ricerca di nuovi antibiotici. Streicher ne è rimasto talmente colpito da inviarne il link agli specialisti Gustave "Doc" Kateb, Emmanuelle "Twitch" Pichon e Lera "Finka" Melnikova. Sono certo che i tre siano stati felici, per non dire entusiasti, di essere stati contattati per questo di primo mattino.

Questo è stato solo l'inizio della nostra conversazione, che è proseguita con Streicher intento a discutere di altri documentari da lui ritenuti affascinanti: uno sulla NASA intenta a inviare una sonda verso il sole, uno sulle nuove scoperte a proposito del Tyrannosaurus Rex... il suo famelico appetito di informazioni su qualsiasi argomento è praticamente insaziabile. La robotica e l'intelligenza artificiale sono i suoi argomenti preferiti, ma non disdegna davvero nulla. []

La vitalità di Streicher ha avuto un certo impatto anche su di me. Sebbene la conversazione non andasse alla deriva (c'era un filo conduttore), ammetto di essere rimasto confuso finché non ho notato quanto spesso menzionasse i compagni. Si è chiesto come stesse uno dopo la morte del cane, se un altro avesse ricevuto il biglietto d'auguri che gli aveva spedito e altri accenni del genere. A Streicher piace condividere informazioni perché è così che crea legami, non solo tra sé e gli altri, ma anche tra tutti. []

La sua infanzia non è stata particolarmente lieta o calorosa e vivendo in una famiglia poco numerosa aveva pochi compagni della sua età. Mi ha detto che lo zio era un uomo piuttosto pignolo. Streicher gli è grato per tutto ciò che gli ha insegnato, giungendo persino a dire che è stato suo zio a renderlo una persona migliore. Tuttavia non nasconde che lo zio era una persona chiusa e del tutto priva di senso dell'umorismo. Credo l'abbia chiamato un "contafagioli brontolone". Tutto questo aiuta a capire come mai Streicher si sforzi così tanto di creare legami con i compagni. Per lui sono come una famiglia. E questo spiega certamente come mai sia così protettivo nei loro confronti sia nel corso delle operazioni che in qualsiasi altro momento.

-- Dr. Harishva "Harry" Pandey, Direttore di Rainbow

Suggerimenti di gioco

OSSERVA SENZA ESSERE VISTO

I tuoi ADS possono sparare solo ai bersagli nel loro campo visivo. Assicurati di posizionarli entrambi in modo strategico, in modo da avere una linea di visuale libera sulla traiettoria di qualsiasi proiettile. Cerca inoltre di nasconderli agli assalitori.

MOLTIPLICA LE TUE DIFESE

A volte, può essere necessario posizionare 2 ADS l'uno accanto all'altro per intercettare tutte le risorse dell'Assalitore. I giocatori lanciano spesso consecutivamente granate flash e fumogene, e concludono con le lumen di Ying o le granate a frammentazione. Posizionando insieme più ADS, aumenti la tua protezione.

PROTEGGI I TUOI ALLEATI

Con Jäger, aumenti l'efficacia dei tuoi compagni di squadra. Proteggi il pannello corazzato di Castle, lo specchio nero di Mira o il filo spinato. Ciò consente alla tua squadra più libertà di gioco. Hai solo 3 ADS, usali con giudizio.

SCEGLI IL TUO OPERATORE

Visita gli altri canali social